LinkedIn, consigli per un utilizzo efficace

05/05/2017

Due nuovi iscritti al secondo. Questo è il ritmo a cui cresce LinkedIn, il più grande social network professionale al mondo, che celebra un traguardo importante: 10 milioni di iscritti in Italia.

Questa cifra dimostra come le dinamiche stiano cambiando anche in Italia, avvicinandola ad altre realtà europee.

L’immobilismo tecnologico non è più un dato reale ma solo uno stereotipo utilizzate per denigrare il Bel Paese.

Rimanendo sui numeri di LinkedIn si può notare che l’Italia è il terzo paese per numero di professionisti impiegati nel campo tecnologico. Il trend mondiale mostra un considerevole aumento degli impiegati in questo settore e in questo contesto l’Italia si pone come paese in forte crescita abile a non restare cieco davanti ai mutamenti del mercato.

La città di Milano, dove ha sede LinkedIn, rappresenta il punto più forte di tutto il paese, contando quasi un milione di iscritti.

Non è un social network solo per aziende.

Come utilizzare LinkedIn?

La maggior parte degli utenti è rimasta ancora all’uso “social” invece che “professional” della piattaforma. Le pagine che contano più interazioni rimangono company profile delle aziende con brand molto noti: gli italiani Gucci, Ferrari, Ferrero e gli statunitensi Apple, Google e P&G. Le notizie, le novità e il marketing di queste aziende rimangono motivo di forte interesse ma considerate anche un uso professionale del sito che metta voi, il vostro brand, al centro del progetto.

Per aiutarti a realizzare un profilo LinkedIn che ti valorizzi e ti aiuti a iniziare una carriera professionale o a migliorarla abbiamo pensato a 5 consigli semplici ma fondamentali:

 

  • La scelta della foto profilo e il sommario personale sono fondamentali per fare una buona prima impressione. È la prima parte del profilo che gli altri utenti e i recruiter vedranno. Scegli una foto professionale semplice, primo piano o mezzo busto fai tu, l’importante è che restituisca un’immagine personale quanto più plausibile con il ruolo che desideri ricoprire. L’immagine che scegli restituisce qualcosa e racconta chi sei. Se ne hai la possibilità, dunque, scatta qualcosa ad hoc magari chiedendo un aiuto a un amico, meglio ancora se è un bravo fotografo.
    Non usare lo spazio bianco (headline) semplicemente per scrivere cosa stai facendo al momento racconta invece qualcosa su di te, personalizza a misura quello spazio bianco. È uno spazio che non deve essere sprecato.

 

  • Evidenzia per bene il tuo profilo professionale: principali esperienze e competenze acquisite che ti rendano interessante agli occhi del recruiter, se hai la possibilità carica dei file multimediali che possono aiutarti a dimostrare queste tue competenze.

 

  • Crea una rete ampia di collegamenti che ti permetterà di conoscere opportunità e persone interessanti. In questo modo il tuo CV avrà un pubblico più ampio, arrivando anche a persone che non conosci direttamente, ma collegate ai tuoi contatti. Segui influencer di settore, profili sempre ricchi di spunti interessanti e consigli utili.

 

  • Non abbandonare il tuo profilo. Posta commenti, considerazione condividi notizie, entra e interagisci nei vari gruppi di tuo interesse. Fatti notare dalle persone che trattano temi legati alla tua professione. Mostra passione nel raccontare le tue esperienze e idee. 

 

  • Evita di usare termini generici, vaghi e abusati. Non usare i luoghi comuni “esperto”, “strategico”, “leader” queste parole fanno parte di ogni profilo e di ogni curriculum. Fai riferimento a cose concrete che ti riguardano: dimostra che sei esperto, strategico e un leader, porta esempi che saranno utili quando sarai chiamato per un colloquio.

 

Il profilo linkedIn deve essere professionale ma anche personale: è necessario che parli di te, quindi arricchisci la parte dedicata agli interessi, cita il volontariato, cosa ti piace fare nel tempo libero, i recruiter sono interessati a voi come persone prima ancora che come professionisti. Se lasci qualcosa in bianco, significa che rinunci a parlare di te.
Non essere iscritto a LinkedIn oggi significa perdere un sacco di potenziali opportunità. Questo social network è uno spazio in cui ti costruisci un’identtità professionale, crei una rete di contatti, resti aggiornato sulle novità del mondo del lavoro e impari da chi ha più esperienze. Se hai già un lavoro LinkedIn è utile perché in quei pochi minuti che trascorri ad interagire dedichi del tempo alla tua carriera.

PROSSIMI EVENTI

25
Ott
Job Day
Parma
15
Nov
Career Day Urbino
Pesaro e Urbino
28
Nov
Bio Pharma Day
Roma
30
Nov
Job&Orienta
Verona