Come rendere efficace il CV

13/12/2016


La ricerca del lavoro, a qualsiasi livello, inizia proprio dalla scrittura del CV.
Compito non semplice. Sia per chi lo redige per la prima volta. Sia per chi ha già esperienza lavorativa e ha il problema di dire sempre di più, possibilmente meglio.

COME DEVE ESSERE UN CV EFFICACE?
> sintetico
> chiaro, nei contenuti e nella forma
> preciso
> personale
> personalizzato

SEMPLIFICANDO IL CV AL MASSIMO, DEVE RACCONTARE 3 COSE:
> le tue conoscenze
> le tue esperienze
> il tuo profilo personale

Le conoscenze sono i titoli di studio conseguiti, le lingue conosciute, i software, i linguaggi di programmazione che sapete usare etc. Le esperienze, per un neolaureato, non possono essere certo professionali.
Di cosa parlare allora? Di ogni esperienza che vi ha fatto crescere: un’attività associativa, di volontariato, un’esperienza sportiva a livello agonistico, i lavori che avete fatto per essere autonomi ed indipendenti negli anni di università.

E cosa raccontare? Le mansioni ovvero cosa avete imparato a fare. Ove ciò non sia strettamente necessario (ad esempio per il lavoro di cameriere) è utile specificare il contesto in cui avete operato: aver fatto il cameriere in pizzeria non è la stessa cosa che averlo fatto in un ristorante di un hotel a 5 stelle oppure una cosa è essere impiegati part-time, altra lavorare occasionalmente o nei fine settimana o durante il periodo estivo. Inoltre raccontate cosa avete imparato, cosa vi siete portati a casa dalle esperienze che avete vissuto? in che modo vi è stata utile? Quali capacità personali avete acquisito o rafforzato?

Tutto ciò introduce il punto successivo: il profilo personale che parla di voi. Quanto vi rappresenta il CV? Quanto racconta di voi? Spesso molto poco: nei CV manca la parte più interessante del racconto ovvero mancate voi, il carattere, la personalità, i valori. Chi siete? Quali aggettivi vi descrivono? Quali sono i punti di forza? Cosa vi piace, interessa, coinvolge? Cosa vi rende l’adulto, la persona che siete?
Voi siete la risposta a queste domande. E se il CV non racconta parte di questa storia allora perdete l’opportunità di parlare di voi, delle vostre ambizioni, dei vostri obiettivi.

In molti prevale lo scetticismo: i CV non vengono letti. Certo alcune aziende ne ricevono davvero tanti. E per questo vengono implementati sui siti aziendali database dove poter inserire il cv in modo che possa essere ricercato dal selezionatore al bisogno. Ma vi dò un valido motivo per scrivere un buon CV quand’anche non venisse letto: mentre lo scrivete, vi state preparando ad affrontare il colloquio di selezione, a parlare di voi ad uno sconosciuto, a presentarvi in modo efficace e a rispondere in modo adeguato, si spera, a quelle stesse domande che sicuramente il selezionatore vi farà durante il colloquio.

L'articolo completo lo trovi su www.careerdirectory.it/flippingbook/#cv-efficace

PROSSIMI EVENTI

25
Ott
Job Day
Parma
15
Nov
Career Day Urbino
Pesaro e Urbino
28
Nov
Bio Pharma Day
Roma
30
Nov
Job&Orienta
Verona